Le porte interne hanno il potere di cambiare completamente l’ambiente in cui vengono installate. Ne modificano lo spazio, ne completano l’arredo. La scelta delle porte da interno è - quindi - un’operazione da non sottovalutare. Ci sono tanti fattori da tenere in considerazione, dai materiali al colore, fino al tipo di porta che si vuole montare. La scelta richiede tempo, riflessione e conoscenza. L’e-commerce Porte Store offre un’ampia gamma di scelte. Si possono scegliere porte a battente, porte a libro o porte scorrevoli, configurandole con le misure, gli accessori e le finiture che si desiderano.
Le porte scorrevoli interne sono una soluzione sempre più ricercata, per i vantaggi che offrono e per la loro funzionalità. Rappresentano - infatti - una scelta valida per coniugare comfort ed eleganza, permettendo di ottimizzare gli spazi a disposizione senza rinunciare ad un tocco di stile. Ecco alcuni consigli e note tecniche da tenere presenti quando si sceglie una porta scorrevole.

Vantaggi delle porte scorrevoli

Il primo grande vantaggio offerto dalle porte scorrevoli è la gestione dello spazio. L’assenza della classica anta a battente consente di sfruttare al meglio lo spazio lasciato libero, soprattutto negli ambienti di ridotte dimensioni, sempre più comuni. Nei piccoli appartamenti cittadini, è aumentato l’utilizzo delle porte scorrevoli sia nelle nuove costruzioni che nelle ristrutturazioni. Questo tipo di porte non è utile solo a delimitare le stanze, ma anche per creare collegamenti o delimitazioni provvisorie tra un ambiente e l’altro, senza bisogno di erigere muri. Una porta scorrevole può infatti dividere in due parti un ambiente grande, per essere occasionalmente spalancata e creare un gradevole open space.
Inoltre sono la soluzione ottimale per creare spazi lì dove non ci sono. Quale donna, ad esempio, non desidera una cabina armadio? Con le porte scorrevoli interne diventa facile creare uno spazio apposito, all’interno della propria camera da letto o in un angolo inutilizzato, e separarlo con eleganza e ottime finiture.

Tipi di porte scorrevoli

La prima cosa da sapere, prima di procedere all’acquisto di una porta scorrevole, è che ne esistono due tipi diversi: porte scorrevoli a scomparsa, o a incasso, e porte scorrevoli esterno muro.
Le porte scorrevoli interne a scomparsa permettono un grande risparmio di spazio, perchè la porta rientra completamente nella parete, ma, per lo stesso motivo, implica un lavoro edile aggiuntivo per l’installazione. Il montaggio del controtelaio interno, richiede un muro spesso, senza tubazioni. Il cassone, in metallo, viene quindi cementato all’interno della parete, consentendo lo scorrimento della porta. Nonostante richiedano questo sforzo, sono comunque una soluzione molto richiesta per essere garanzia di robustezza e resistenza. Le porte filo muro scorrevoli richiedono un intervento molto meno invasivo, mantenendo il proprio carattere funzionale. In questo caso - infatti - l’anta della porta scorre su un binario montato esternamente al muro, sulla parete stessa o sul soffitto. L’installazione è facile e veloce e non richiede coprifilo e telaio.

I componenti delle porte interne

Ogni porta da interno è formata da diversi componenti. L’anta, che nel linguaggio comune viene confusa con la porta nella sua interezza, è in realtà solo uno dei componenti, anche se è chiaramente quello principale. Nel nostro caso l’anta è a scorrimento anzichè a battente. Si devono montare anche i coprifili e il telaio, che completano il contorno della porta, creando una cornice all’anta, nascondendo le interruzioni tra muro, controtelaio e il telaio stesso. Le cerniere delle porte da interno fissano l’anta al telaio e ne definiscono il senso di apertura; è quindi importante montare le cerniere in modo corretto per usufruire al massimo dello spazio a disposizione. Completano la configurazione la serratura e la maniglia, dettagli che possono fare la differenza. Le maniglie per le porte scorrevoli sono infatti importanti per completarne la finitura, rendendole eleganti e funzionali. Elemento importante è il controtelaio per le porte scorrevoli a scomparsa, che verrà montato all’interno dello spessore del muro. Un buon controtelaio garantisce robustezza, fluidità, leggerezza.

Scegliere e montare le porte da interno

Per scegliere bene la vostra porta da interno scorrevole, dovrete quindi tenere presente l’arredo presente nelle vostre stanze, oltre ai colori dei pavimenti e delle pareti. Dovrete considerare lo spazio che avete a disposizione e la misura che vi serve perchè la vostra porta sia funzionale. Scelta la tipologia di porta, il colore, il materiale e i componenti di ferramenta, potrete procedere all’acquisto e al montaggio. La prima fase riguarda il montaggio del controtelaio; si tratta di un’operazione complessa , che deve essere eseguita da un esperte in lavori edili. Una volta montato il controtelaio integrato nel muro, si deve procedere alla intonacatura. Queste operazioni richiedono tempo, ma possono essere evitate montando una porta scorrevole filo muro. Per queste il controtelaio è lo stesso che serve per una classica porta a battente. Dopo aver montato il controtelaio si procederà a fissare telaio, binari e anta. Il binario può essere lasciato a vista o coperto con una mantovana, che può richiamare il colore dell’anta stessa.

Le porte scorrevoli Porte Store

Il nostro e-commerce offre soluzioni per porte scorrevoli sia a scomparsa che esterno muro. Nella collezione Ghost si può trovare la porta scorrevole Rude con finitura in rovere, effetto cemento; una soluzione raffinata per ogni ambiente. La porta scorrevole Lydia appartiene invece alla collezione Touch, con finitura trancè. Questa finitura particolare consente di vivere una vera e propria esperienza tattile, rievocando le sensazioni delle venature del legno. Tutte le porte interne di Porte Store sono personalizzabili con misure, ferramenta e finiture desiderate. La tua porta scorrevole arriverà a casa tua con un tempo di consegna di 30 giorni.